Come muoversi in Canada

Come muoversi in Canada

Come muoversi in Canada

Per raggiungere il Canada esistono numerose compagnie che vi effettuano voli. Voli giornalieri partono da Roma con Alitalia ed Air Canada, la durata del volo con sbarco a Toronto è di circa undici ore e mezzo. Oltre che a Toronto, il cui aeroporto dista 28 km dal centro abitato, gli altri aeroporti principali canadesi si trovano a Montreal (20 km dalla città), Ottawa (13 km dalla città), Vancouver (15 km dalla città). Tutti i centri si raggiungono dall’aeroporto con bus, treno o taxi in una mezz’ora.

Aeroporto Internazionale di Toronto

Foto Cc-BY-SA di AcidBomber

La rete ferroviaria canadese è scarsamente competitiva rispetto alla rete stradale: la rete infatti non è particolarmente fitta, i prezzi rimangono elevati nonostante tutto e le lunghe tratte non sono molto frequentate. Ad esercitare il maggior controllo ferroviario è la VIA Rail Canada. Tuttavia, è bene ricordare che soltanto con il treno è possibile effettuare tre viaggi eccezionali: da Cochrane a Moosonee con l’Ontario Northland Railway, da Sault Ste Marie all’Agawa Canyon con l’Algoma Central Railway, da Winnipeg a Churchill con Via Rail Canada. Di particolare bellezza rimangono anche altri percorsi come la traversata da Toronto a Vancouver con VIA Rail (ma si tratta di ben 4450 km!) e il viaggio da Vancouver a Calgary Alta attraverso le Montagne Rocciose sui binari più antichi, costruiti alla fine dell’Ottocento. È possibile infine anche effettuare un breve viaggio su una locomotiva d’epoca tra North Vancouver e Squamish.

Vancouver International Airport

Foto Pubblico dominio di Siqbal

Per quanto riguarda l’automobile, ovviamente si devono rispettare le norme di circolazione locali. La sigla delle auto canadesi è CDN, la guida avviene sulla corsia di destra come in Italia. I limiti di velocità cambiano da provincia a provincia, generalmente si mantengono sui 50 km orari nei centri abitati, sugli 80 km orari in campagna e sui 100 km orari in autostrada. Attenzione a non superarli perché i controlli sono particolarmente frequenti e inflessibili, specialmente nelle regioni più abitate dell’Ontario e del Québec. I fari devono restare accesi anche di giorno, mentre il limite alcolemico nel corpo è dello 0,08% massimo, con alcune varianti allo 0,05%, mentre scende allo 0,00% per i giovani tra i 16 ed i 21 anni. In ogni caso è vietato portare a bordo alcolici aperti. Sono uguali all’Italia anche le norme che riguardano il casco dei motociclisti, il seggiolino per i bambini e le cinture di sicurezza. Un problema tutto canadese è quello dell’attraversamento degli animali lungo le strade, prontamente indicati da apposite segnalazioni e differenti limiti di velocità. Laddove si segnali il possibile attraversamento di alci, è del tutto sconsigliato percorrere quelle strade di notte, perché potreste non riuscire a vedere in tempo e l’urto può portare a conseguenze gravi anche per chi è nell’abitacolo.

Si può ovviamente noleggiare un’automobile per gli spostamenti, purché si abbia almeno 21 anni o 25 per i camper, viene solitamente richiesto un deposito in contanti o una carta di credito. Per guidarla è sufficiente la patente italiana, ma resta consigliata la Patente Internazionale. È obbligatoria la stipula di un’assicurazione RCA, da stipulare con l’Associazione Automobilistica Canadese. Un veicolo può anche essere importato liberamente in Canada per scopi turistici per un massimo di 12 mesi, previa compilazione del formulario E99. All’occorrenza, il servizio di soccorso stradale è gratuito fino a distanze massime di 16 km e si può attivare telefonando al CAA-HELP al numero 1-800-222-4357. Le autostrade a pagamento sono solo due: la Highway 407 che è parte della tangenziale di Toronto e la Coquihalla Highwat che collega Hope a Kamloops.

No comments.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *