Quebec City

Quebec City

Quebec City

Quebec City può essere considerata la parte più importante del Canada di lingua francese. In questa grossa città di oltre centosettantamila abitanti che sorge sul fiume San Lorenzo, infatti, più del 90% degli stessi parla il francese ed anche la città ha acquisito molto più i caratteri europei più che quelli americani.

Basilique cathédrale de Notre Dame de Québec

Foto CC-BY-SA di Sylvainbrousseau

Non è un caso se Quebec City è l’unica città di tutto il nord America ad essere dotata di mura di cinta come la maggior parte dei centri europei, ed i vicoli piccoli e stretti del suo centro storico ricordano verosimilmente quelli di Parigi. La città è oggi divisa in due zone: la città alta e la città bassa, collegate tramite funicolare un po’ come avviene per Bergamo. In alternativa, e come visita turistica, si può anche percorrere l’Escalier Casse-Cou, una lunga e ripida scala che collega la parte alta al quartiere basso di Petit-Champlain. Per poterla visitare interamente occorrono almeno due giorni, senza contare che l’area metropolitana si estende fino a contare quasi settecentomila abitanti.

Château Frontenac Québec

Foto CC-BY-SA di Gilbertus

La città vecchia (Vieux Quebec) proprio in virtù della sua unicità “europea” nel Nord America è stata dichiarata Patrimonio Unesco nel 1985 e sorge dentro le mura antiche, mentre la città bassa fuori dalle mura è comunemente chiamata “La Cité”. Al suo interno si trova anche la Cattedrale Notre Dame de Quebec, sede arcivescovile e più importante chiesa cattolica canadese. Molto particolare la Rue du Petit Champlain, conosciuta come “la strada più stretta dell’America Settentrionale” ed il suo suggestivo quartiere. Anche la stazione ferroviaria Gare du Palais merita una visita per la struttura pittoresca.

Cascate di Montmorency

Foto CC-BY-SA di Leslie Mateus

La più grande collezione storica ed etnografica del Quebec, invece si può ammirare al Musée della Civilisation. Presso il confine della cinta muraria della città alta si trova invece l’unico reparto francofono dell’esercito canadese, la Citadelle. Attrazione turistica è diventata anche il bellissimo Chateau Frontenac, un hotel di lusso che è in realtà un vero castello di stampo europeo, costruito all’inizio del Novecento. Ricorda un po’ l’idealizzazione classica dei castelli delle fiabe, e grazie alla sua posizione strategica domina l’intera città.

Un’esperienza affascinante può essere quella di effettuare un’escursione in barca per avvistare le balene che passano vicino Quebec City presso la costa Beaupré. Nei pressi della città è anche consigliato una capatina presso le cascate di Montmorency e l’idilliaca isola di Orleans, entrambe avvistabili dalla Terrasse Dufferin, bellissimo belvedere nei pressi del Chateau Frontenac.

Locali serali e negozi di tendenza si trovano, invece, nella città bassa nel quartiere di Saint Roch, che è oggi un’isola pedonale in cui i ragazzi escono per la sera, in particolare presso la strada di St. Joseph.

 

No comments.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *